VIAGRA GENERICO (sildenafil citrate)

€0.59Info >>

CIALIS GENERICO (tadalafil)

€0.78Info >>

LEVITRA GENEICO (vardenafil)

€1.58Info >>



Calvizie (alopecia): cause e trattamenti

Calvizie (alopecia): cause e trattamenti

L'alopecia si riferisce alla perdita di capelli. Può essere diffuso, cerotto o totale: è calvizie. Quali sono le cause, i sintomi e i trattamenti per l'alopecia?

Calvizie o alopecia: che cos'è?

L'alopecia è la caduta dei capelli su tutto o parte del cuoio capelluto. Il termine deriva da alopex (volpe) a causa della perdita annuale di peli di questo animale. Può essere diffuso, chiazze o totale e portare alla calvizie, è l'assenza di capelli.

I capelli seguono un ciclo di crescita che consiste in una prima fase in cui i capelli crescono per 2-6 anni. Quindi, si verifica una fase di transizione che dura 3 settimane e infine i capelli sono a riposo per 2-3 mesi. Alla fine di quest'ultima fase, i capelli cadono e il ciclo ricomincia nello stesso follicolo pilifero. In media, perdiamo tra 45 e 100 capelli al giorno, sapendo che il cuoio capelluto è composto da 100.000 a 150.000 capelli.

Cause di alopecia

La perdita dei capelli è più spesso graduale, cronica. Può essere alopecia androgenetica o derivare da altre cause.

L'alopecia androgenetica è la più comune. È molto comune negli uomini, soprattutto dopo la pubertà e dipende da alcuni ormoni maschili che svolgono un ruolo chiave nel meccanismo di questo tipo di perdita di capelli. Quando il testosterone viene trasformato in diidrotestosterone (TTD) da un enzima, la perdita dei capelli è causata.

Infatti, il TTD impacchetterà il ciclo di crescita dei capelli e dopo 25 cicli, il follicolo si esaurirà. Risultato: i capelli diventano sempre più sottili, quindi il follicolo muore e scompare. L'alopecia prima allarga le tempie e poi si estende fino alla sommità del cranio. Ci sono anche fattori genetici.

Anche un uomo che ha genitori o nonni con problemi di caduta dei capelli ha maggiori probabilità di essere colpito.

Tra le donne, l'alopecia androgenetica diffusa riguarda il 20% di loro all'età di 40 anni1. Appare soprattutto dopo la menopausa. Dona un aspetto schiarente nella parte centrale dei capelli. Può essere di origine familiare come negli umani. Tuttavia, altre cause spiegano l'alopecia nelle donne e si consiglia di consultare un medico per identificarlo.

Altre cause sono sempre ricercate:

  • Sifilide;
  • Assunzione di una pillola contraccettiva non adattata;
  • Cause esterne (spazzolatura, permanente ...);
  • Tricotillomania;
  • Malattia ovarica o alcuni tumori
  • Disturbi endocrini (ipotiroidismo, ipopituitarismo ...);
  • Disturbi metabolici (anemia, dieta ...).

Se la caduta dei capelli è brutale e acuta, può verificarsi in caso di:

  • Aggressione;
  • Alopecia areata;
  • Stress fisico o psicologico;
  • Infezioni febbrili (leptospirosi, tifo ...);
  • Dopo un'operazione;
  • Dopo il parto;
  • Dopo l'anestesia generale;
  • Uno stato di affaticamento;
  • A causa della radioterapia o della chemioterapia.

Diagnostico

Diversi test vengono eseguiti da specialisti del cuoio capelluto.

Il test di trazione è facile da eseguire. Valuta approssimativamente l'intensità e la posizione della caduta.

Su un cuoio capelluto che non è stato lavato per tre giorni, viene presa una ciocca di una trentina di peli tra il pollice e l'indice in tre punti del cuoio capelluto: fronto-temporale, parietale e occipitale. Normalmente uno o due peli dovrebbero staccarsi tirando. La caduta è eccessiva se cadono più peli.

Il tricogramma aiuta anche a chiarire le cose. Una ciocca di circa trenta peli prelevati con la pinza viene esaminata al microscopio per osservare il diametro e quantificare l'entità della caduta. L'obiettivo è definire se il carattere patologico della calvizie o meno. L'esame clinico deve specificare lo stadio evolutivo dell'alopecia, i criteri per la scalabilità e i segni associati.

Trattamento della calvizie

FARMACI ANTIALOPECICI (ELENCO)

Derivati dello zolfo: si tratta principalmente di cistina. Usato da solo o in combinazione con vitamina B6, è spesso il primo trattamento offerto dal farmacista;

Vitaminoterapia: sono le vitamine B5 (dexpantenolo), B6 (piridossina) e B7 (vitamina H o biotina). Queste vitamine sarebbero utili per il follicolo pilifero;

Minoxidil: il minoxidil è efficace nell'applicazione locale sul cuoio capelluto. Sebbene il meccanismo d'azione sia sconosciuto, stimola la crescita dei capelli dopo 4 mesi di trattamento in alcune persone con alopecia androgenetica. Quando il trattamento viene interrotto, la ricrescita si interrompe e ritorna allo stato iniziale;

Finasteride: la finasteride, prescritta per gli uomini, è l'ultimo farmaco sul mercato per il trattamento dell'alopecia androgenetica. È anche su prescrizione diversa dalle altre. Funziona bloccando un enzima responsabile della trasformazione del testosterone in diidrotestosterone nei follicoli piliferi. Consentirebbe un aumento del 10% del numero di capelli in 1-2 anni di trattamento. Nota: l'ANSM ha pubblicato un comunicato stampa nel 20192 per avvertire degli effetti collaterali della finasteride con, tra le altre cose, disturbi sessuali e mentali.

TECNICHE CHIRURGICHE

L'obiettivo dei trattamenti chirurgici è distribuire uniformemente i capelli permanentemente persistenti della corona negli uomini o della regione occipitale media nelle donne su regioni sparse o completamente calve.

Questi sono mini e micrografts in entrambi i sessi, piccoli lembi e riduzioni della tonsura solo negli uomini.

Nelle donne, solo mini e micrografts possono essere raccomandati perché solo la regione donatrice medio-occipitale ha una densità capillare sufficiente.

Esistono molte tecniche: i trapianti vengono eseguiti in anestesia locale. I campioni vengono prelevati nella regione del collo, sotto forma di un cilindro di 4 mm di diametro. Lasciano cicatrici che sembrano il collo di uno scolapasta. Alcuni chirurghi giustappongono i campioni e si chiudono con una cicatrice lineare.

Gli innesti vengono impiantati in pozzetti nell'area ricevente, senza suturare, rispettando la direzione naturale dei capelli e lasciando uno spazio senza peli tra questi pozzetti. Il chirurgo impianta da 50 a 100 innesti per sessione. Le croste si formano sugli innesti che cadranno in 3 settimane. I capelli ricominciano a crescere intorno al 3 ° mese. Si ottengono da 10 a 50 peli per innesto. Ci sono circa 3-4 mesi tra due sessioni di impianto nello stesso sito. Per coprire adeguatamente la regione frontale, sono necessari 3 o 4 impianti, ovvero da 200 a 250 innesti mentre le riserve sono circa 500.

I microinnesti di 3 o 4 capelli e i mini-innesti di un singolo capello sono tecniche recenti che ottengono una dispersione più naturale dei capelli. Sono necessarie molte sessioni operative per coprire una determinata area.

Le parrucche con legame anteriore e fissazione sui capelli possono essere una soluzione per i pazienti che non desiderano un trattamento chirurgico. Oggi sono molto adatti.